Traduttore

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 26 aprile 2016

Mini cake salati al gouda e cumino


Sapore deciso, speziato, personale e forse anche un pochino azzardato per questi mini cake salati al gouda e cumino.
Gouda: formaggio delicato tipico olandese di non facile reperibilità dove, in alternativa, si può usare un emmenthal bavarese.
Cumino: spezia orientale dal gusto molto deciso che piace o non piace. Io avevo avuto la fortuna di assaggiarlo già in Africa con il riso, ottimo abbinamento, ottimo sapore.

Chi mi conosce si chiederà come mai la scelta di questa ricetta...
Beh, fa parte di un menù personalizzato che mi è stato richiesto. Questa è la prima di una serie di ricette che vi posterò di questo brunch...buona lettura e buona preparazione...

sabato 23 aprile 2016

Chef Ivan propone: Risotto venere con purea di zucca e riccioli di calamari sfumati al Franciacorta


Ed ecco, come promesso, la prima ricetta di Chef Ivan, dopo la sua presentazione anagrafica di qualche giorno fa.
Faccio una piccola premessa: per una questione di edit, visto anche la presenza di Aroma de Vainilla, l'altro mio blog, sulle foto nelle sue ricette troverete il mio nome ( visto che comunque il blog rimane pur sempre questo) ma sono esclusivamente opera sua e quindi vale, come per le mie ricette e foto, che ne è vietata la riproduzione o la copia per qualsiasi uso se non preventivamente richiesto e approvato.
Detto questo, ritorniamo a noi e al suo favoloso capolavoro che più che un piatto da degustare sembra un bellissimo quadro da ammirare. Voi che dite...siete d'accordo con me?


Ingredienti per 4 persone:

250g di riso venere
500g circa di zucca
200g di calamari freschi
100ml vino spumante Franciacorta
1 spicchio di scalogno
brodo vegetale q.b.
1 noce di burro
olio all'aglio
olio extra vergine
sale, pepe q.b.

lunedì 18 aprile 2016

Il cambiamento continua...


Come promesso il cambiamento continua...
Il mio bambino qui cresce, crescono le novità, le soddisfazioni, cresce lui, cresco io e con me la voglia di introdurre qualcosa di nuovo e di professionale ma come piace a me...il fine in cucina che tanti criticano ma che a me piace da morire, come nella pasticceria così lo è per la cucina: il raffinato, il piatto curato che, solo a guardarlo, da quella marcia in più!
Così, per caso, proprio quando accadono le cose che non cerchi e non pensi, proprio come quando ho vinto alla gara di Barilla, quando ho partecipato alle selezioni di masterchef, quando sulla mia strada ho incrociato il Maestro Favorito che mi sta sempre accanto anche se siamo lontani, ecco che arriva Ivan, lo Chef, il giovane Chef, con quella sua voglia di avere un blog ma che non può perchè ha poco tempo ma nel frattempo, ti trasporta quella tua stessa passione che leggendolo ti chiedi se sente il tuo cuore perchè la pensa come te, ti travolge con i racconti che ti fa ed è eccezionale che esistano davvero persone così.
Ho deciso di accettare la sua proposta a collaborare con me nel blog proprio per questo, per il suo amore verso la cucina, per quella sua voglia di fare, per quel suo non essere invadente come tutti, come tanti.
E ho deciso di mettere una foto di entrambe perchè le ricette, da oggi, non saranno più solo mie ma anche sue. Ci conoscerete così, di nome e di viso anche se il mio, in molti di voi, lo conoscono già,
Sulla mia passione, il mio amore per la cucina ne sapete già tante anche se non amo esternare molto il mio io interno. Ognuno di noi, tanti perlomeno, hanno una storia. Io la cucina, in qualche modo, la devo anche ringraziare. Ma questa è tutta un altra storia. Avevo già più volte spiegato di quell'amore incondizionato che provo chiudendo gli occhi e carpirne gli odori, farmi le storie su ciò che starò per assaporare...aprire gli occhi e vedere un opera d'arte davanti a me e finalmente assaggiare, degustarne tutto il suo sapore. Sentire dire: brava, è davvero buono credo sia il complimento più bello in ambito culinario!

domenica 17 aprile 2016

I cup cake...fotogenici!


Li ho chiamati " cup cake fotogenici" perchè sono stati parte di un progetto che presto, poco alla volta, ne verrete a conoscenza.
Ci sono tante tante cose che cambieranno, dal look di questo blog che ho già un pochino ritoccato, alla nascita di un altra creatura per me importante che assocerà anche i miei due blog e tante altre cose che spero riusciranno ad aiutarmi a dare una svolta alla mia vita.


Nel frattempo ringrazio sempre Floriana, per la serie di shooting che mi ha fatto. Mi ha fatta stare bene, sono stata a mio agio e vedermi in divisa per me è la soddisfazione più grande. Sentirmi dire che si vede che quella è la mia vita, la mia realtà, mi riempie il cuore di gioia.
E per gli altri scatti che sono stati fatti, saranno sempre parte di me, ognuno ha un suo particolare significato che vi spiegherò strada facendo.
Per adesso gustatevi i miei cup cake alla liquirizia con panna montata bianca e lilla, decorati con perline di zucchero. Prima fotografati e poi regalati a Floriana...


Grazie di cuore

Sonia

sabato 2 aprile 2016

Intreccio di filetto di branzino al melograno e frutti di bosco al profumo di zenzero e finocchietto


Ogni tanto si, mi ricordo di saper cucinare tutto e quando mi viene in mente devo dire che mi riesce anche bene. Sembra che tutto mi fuoriesca dalle mani come per magia. E' una bellissima sensazione.

Quello che vedete nelle foto è un filetto di branzino (che in realtà doveva essere San Pietro ma in pescheria non ne avevano più) cotto al vapore nel forno ventilato per circa venti minuti.
Ovviamente l'ho intrecciato prima di metterlo in cottura.

In una ciotola ho messo dell'olio d'oliva che trovo sia più delicato per questo tipo di ricetta, dei chicchi di melograno, un pezzetto di zenzero tritato fine e dei frutti di bosco essicati con un pochino di sale.
Ho fatto macerare il tutto per circa mezz'ora, diciamo il tempo di cottura del pesce con un pochino di riposo, e, con l'aiuto di un pennello ho passato il tutto sul pesce.
Con una pinzetta ho sistemato il melograno e i frutti di bosco e come tocco finale ho messo un pochino di finocchietto.
Servire tiepido o a temperatura ambiente.




Buon appetito a tutti

Sonia

lunedì 28 marzo 2016

Tiramisù alle fragole con crema al mascarpone al profumo di vaniglia


Nei due giorni passati, chi mi segue anche su facebook, sia nel mio profilo personale che sui gruppi dei miei blog, avrà notato la foto di queste bellissime nonchè profumatissime fragole lasciandovi un pò di suspance sulla loro sorte finale.
Il motivo è semplice...ed ora ve lo spiego.
Una mia amica, nonchè mia simpatizzante, mi ha chiesto un tiramisù per 13 persone ma il tiramisù in questione era, per l'appunto, alle fragole.

Quando preparo qualcosa di nuovo, mai sperimentato, per me è una sfida.
Voi potreste anche dire: cosa vuoi che sia preparare un tiramisù alle fragole...certo, per chi vuole mettere qualcosa nel piatto è un gioco da ragazzi, forse, ma per chi, come me, vuole far diventare la pasticceria la sua professione è una sfida con se stessi. A me piace far le cose per bene, buone. Voglio far contente le persone che guadano e assaporano le mie operette....

Questa ricetta è nuova, una sorpresa anche per il mio palato. Un dolce fresco, profumato, morbido...ricordi di fragole mangiate da bambina, ricordi di fragole mangiate a Barcellona.